NovitĂ 

Il nostro BLOG con di tutto di piĂą!

IL DEPOSITO PREZZO: PERCHE’ NESSUNO NE PARLA?!?

IL DEPOSITO PREZZO: PERCHE’ NESSUNO NE PARLA?!?

Della serie 👉 I 3 PASSAGGI PER NON FARSI FREGARE QUANDO COMPRI CASA: IL DEPOSITO PREZZO

Il deposito prezzo è una garanzia per chi acquista casa. In questo video ti spiego perché nessuno ne parla e come invece puoi garantirti molto molto meglio.

In agosto di quest’anno una legge dello stato, la 124 del 2017, detta legge sulla concorrenza, definisce la possibilità di richiedere da parte dell’acquirente o del venditore che il prezzo pagato a rogito venga custodito dal notaio fino ad avvenuta trascrizione: il cosiddetto deposito prezzo.

Cosa vuol dire questa cosa? E perchè nessuno ne parla?

Vediamo se riesco a spiegarti: quando compri una casa, se hai seguito questa serie di video, i passaggi fondamentali sono 3:

1) fare una proposta d’acquisto irrevocabile, con cui fermi l’immobile

2) fare un contratto preliminare di compravendita, che contiene tutti i dati e le condizioni della compravendita

3) fare il rogito, con cui diventi effettivo proprietario, saldi il prezzo dell’immobile, ti vengono consegnate le chiavi, e come recita il notaio, da quella data godrai i frutti e sopporterai gli oneri della tua nuova casa.

In realtĂ  diventi pieno ed effettivo proprietario solo quando il notaio avrĂ  trascritto il rogito alla conservatoria, cosa che avviene normalmente dopo 8/10 giorni.

In passato venditori truffaldini hanno venduto la stessa casa a piĂą persone e sono andati a rogito, intascando piĂą volte il saldo, per poi sparire come neve al sole.

Chi è l’effettivo proprietario in questo caso?

E’ colui il cui notaio ha trascritto per primo il rogito!

E gli altri? Niente, hanno perso i soldi e la casa.

Ora, non ti spaventare, queste truffe fanno ormai parte del passato. Se compri con un’agenzia professionale e scegli un notaio in gamba, non avrai mai di questi problemi.

Comunque il nostro legislatore ha inserito questa “nuova” garanzia, copiandola in realtà dal diritto francese dove è operativa da anni.

In realtà nessuno ne parla per un semplice motivo…. che è una rogna!

  • E’ una rogna per il notaio, che deve gestire soldi non suoi, versandoli su un conto dedicato di cui non percepisce interessi, quindi stai certo che ti chiederĂ  un costo per attivare il deposito prezzo.
  • E’ una rogna per il venditore, che si vede arrivare i soldi almeno 10 giorni dopo il rogito. Pensa solo a chi vende per ricomprare…. non può piĂą vendere e acquistare nello stesso giorno, come avviene ora.
  • Ma è una rogna anche per l’acquirente, perchĂ©, ripeto, non sarĂ  sicuramente gratis e per di piĂą nella pratica è inutile visto che in realtĂ  la maggior parte dei problemi nelle compravendite immobiliari avviene nel periodo che va tra il preliminare e il rogito. Quando sei a rogito di solito i giochi sono fatti!

Sui preliminari stilati dai notai sta affiorando una nuova frase che recita” le parti rinunciano a richiedere al notaio il deposito prezzo….”, o qualcosa del genere. E’ tutta da verificare la validità di una clausola del genere, visto che in pratica renderebbe completamente nulla la nuova legge.

Se segui i miei video sai che sono sempre molto attento a ciò che può garantire le persone per una compravendita serena.

Ma il deposito prezzo non mi sembra un modo di cautelarsi adeguatamente perché, come ti ho detto, arriva…. in ritardo nel percorso che stai facendo per comprare casa.

trascrivi il preliminare per postSe vuoi essere veramente tutelato sotto ogni punto di vista, allora ti consiglio invece di trascrivere il contratto preliminare di compravendita.

Essendo tu l’acquirente e addossandoti i costi della trascrizione, non vi è un motivo al mondo per cui il venditore dovrebbe opporsi alla trascrizione, se non che stia pensando di architettare qualche giochino strano.

Stai ben attento: trascrivere il preliminare è cosa ben diversa dal registrare il preliminare.

La registrazione è un atto fiscale, con cui anticipi all’Ufficio delle Entrare una parte delle tasse che pagherai al rogito. Questa somma, peraltro quasi sempre molto limitata, ti viene poi scontata al momento in cui fai l’atto definitivo e diventi proprietario. La registrazione è obbligatoria se non rogiti entro 20 giorni dalla data del preliminare e ti conviene farla sempre e comunque.

La trascrizione invece è un vero e proprio atto notarile con cui si rende pubblica e opponibile a terzi la compravendita. Ovvero, se poi il venditore venderà in maniera fraudolenta ad altri la casa, sarai tu comunque ad ottenerla, essendo la data della trascrizione del preliminare molto antecedente alla data di trascrizione per il rogito definitivo.

So che può essere poco comprensibile da chi non è addetto ai lavori, ma riassumendo il mio consiglio è: se vuoi essere tutelato al 100% dal momento che fai un preliminare fino a quando avrai in mano le chiavi della tua nuova casa, trascrivi il preliminare!

Il deposito prezzo? Non ti garantisce assolutamente nello stesso modo e se trascrivi il preliminare diventa completamente inutile.

P.S. La trascrizione è un atto in più che ha un costo, ma se ti rivolgi ad un’agenzia professionale come Vitali immobiliare, grazie alle convenzioni che ha con i migliori notai la pagherai molto, molto meno.

 

Gli altri video e post della serie:

👉 I 3 PASSAGGI PER NON FARSI FREGARE QUANDO COMPRI CASA: parte 1

👉 I 3 PASSAGGI PER NON FARSI FREGARE QUANDO COMPRI CASA: parte 2

👉 I 3 PASSAGGI PER NON FARSI FREGARE QUANDO COMPRI CASA: parte 3

 

#tuttunaltragenzia

 

Se hai trovato utile questo articolo, fammelo sapere commentando su:

Unknown images twitter-logo logo g+

clicca sul logo del social che preferisci. Tengo molto al tuo parere personale, grazie.

Articoli precedenti del nostro blog.

Paolo per fine post