Novità

Il nostro BLOG con di tutto di più!

Investire a Tenerife conviene?

Le piscine Martianez a Puerto

Investire a Tenerife conviene?

Siamo andati a Tenerife a vedere e in questo post ti sveliamo tutti i retroscena.

Comprare casa a Tenerife per investire o addirittura per andarci a vivere?

Scegliere il sud, famoso e godereccio o il nord, più calmo e tranquillo?

Sono sull’aereo che mi riporta in italia e penso a quanto ho visto e imparato in questi giorni soggiornando a Tenerife.

Tralascio l’ovvio di cui tutti parlano: la benzina costa la metà, l’autostrada non si paga, di buche nemmeno l’ombra, la burocrazia è minima, le tasse convenienti etc etc….

L’isola si divide in due mondi completamente diversi:

al sud i luoghi di villeggiature più famosi: Los Cristianos, Las Americas…

al nord la capitale Santa Cruz e Puerto de la Cruz, una cittadina incantata.

Anche il microclima è totalmente diverso, anche se da Santa Cruz all’estremo sud ci sono solo 100Km di autostrada.

Il paesaggio:

al sud dove non piove praticamente mai l’isola mostra la sua natura vulcanica con grandi spazi aridi, quasi lunari, le spiagge sono di sabbia finissima, portata dal sahara.

Al nord invece la vegetazione sfrutta le precipitazioni seppur rare per sbocciare e rifiorire ovunque, le spiagge sono di sabbia vulcanica, quindi nere.

Si, ma le case? Com’è la situazione immobiliare laggiù?

Tenerife esce da un periodo di crisi immobiliare che ha poche similitudini con il disastro che abbiamo vissuto in italia, ma che effettivamente c’è stata. Ora si respira aria di nuovi investimenti e le gru sono tornate ad apparire lungo la costa e nei luoghi più frequentati. I prezzi stanno iniziando ora a rialzarsi, per questo è molto conveniente dare un’occhiata attenta a cosa offre in questo momento l’isola.

Il sud:

investire-a-tenerife-1il sud è stato edificato a partire dagli anni 60, Los Cristianos la prima località balneare a prendere vita. Oggi è meta di turismo di massa e spesso di veri e propri trasferimenti. Qui troviamo la “movida”, tutti i giovani sono qui. Affollano le spiagge e fanno da contralto a pensionati, spesso italiani, che vengono a svernare o si sono trasferiti grazie al basso costo degli immobili datati e lontani dall’oceano. Molta confusione quindi, immobili vecchi, disordine sia nelle strade che nelle costruzioni, ma una stagione di 12 mesi all’anno.

A seguire Las Americas, che riprende la connotazione vacanziera e disordinata di Los Cristianos, con le sole eccezioni del “miglio d’oro”, una strada di circa un chilometro piena di negozi di alto livello, e della zona che sale verso nord, anch’essa edificata con maggior criterio e abitata da un turismo più selezionato.

Continuando lungo la costa troviamo Adeje. Pian piano che saliamo iniziano gli alberghi a 5 stelle e i resort di lusso: è la Bahia del Duque. Qui aumenta ancora il livello dei resort, degli alberghi e vediamo molti progetti in costruzione, ville con piscina e interi quartieri in fase di ultimazione. Distese di campi da golf ovunque.

investire-a-tenerife-3Per finire in una zona che è un cantiere a cielo aperto: Playa Paraiso, dove nascerà ad ottobre l’HARD ROCK HOTEL, due torri degli anni 70 che Sylvester Stallone e soci stanno sventrando e rifacendo da capo a piedi, con solo suite di lusso, già prenotate per i prossimi 5 anni. Qui i prezzi stanno già salendo vertiginosamente.

 

Per investire:

in questa zona è necessario secondo me avere un certa somma a disposizione per fare un buon investimento. Per esempio una villetta a Bahia Principe nel resort orientaleggiante con quattro piscine e servizi di ogni tipo costa circa 350.000, totalmente arredata e pronta per essere abitata, e rende circa 30000/35000 euro all’anno di affitti. Tenendo conto della crescita che avranno nel breve questi immobili è sicuramente interessante.

Per vivere:

volendo trasferirsi alle Canarie per periodi più lunghi o definitivamente hai diverse possibilità a seconda del tuo budget: appartamenti con una o due camere da letto, anni 70, anche ristrutturati, possono costare 120.000/150.000 euro nelle zone interne di Los Cristianos e Playa de Las Americas. Avvicinandosi alla costa i prezzi salgono, ma non raggiungono mai quelli di Cesenatico o di Milano Marittima. Ottime soluzioni in prima linea moderne e davvero di alto livello non raggiungono i 4.000 euro al mq. Quando da noi ne servono quasi il doppio. E sei a Tenerife sud, primavera/estate tutto l’anno.

Il nord:

Qui abbiamo una diversa concezione sia del turismo che del vivere l’isola. Lasciando stare la capitale Santa Cruz, una città come tante altre e neanche particolarmente attraente, vi sono luoghi che hanno storia.

Una cittadina molto carina è La Laguna, pittoresca e piacevole d’estate, ma con temperature che d’inverno ricordano quelle del centro Italia, essendo a circa 300mt. sopra il livello del mare.

investire-a-tenerife-6Invece voglio soffermarmi su Puerto de al Cruz, che trovi a una trentina di chilometri più a sud, costa nord dell’isola. Questa cittadina è davvero speciale, con un lungo mare splendido e le famose piscine Martianez, di acqua salata e ricavate dall’oceano.

Il turismo è per lo più nord europeo, pochi gli italiani che preferiscono il sud. La tranquillità regna sovrana. Grandi albeghi si affacciano sulla costa, alcuni di questi trasformati in residence dove si possono trovare monolocali e bilocali davvero interessanti.

 

Per investire:

al nord bastano 40.000/50.000 euro per acquistare un monolocale da affittare. Consiglio l’affitto annuale a gente del luogo o che lavora in Puerto, ti garantisci così quasi 5.000 euro di redditività senza problemi. Per affittare ai turisti puoi affidarti ad una agenzia immobiliare locale, la quale percepisce la commissione solo dall’inquilino.

Per vivere:

Tutta la zona a ridosso della costa dispone di appartamenti piccoli, difficile trovarne con due camere da letto. Ma basta fare 200 metri verso l’interno ed ecco il quartiere La Paz, dove si trova il prezioso Orto Botanico di Puerto. Qui oltre agli immancabili Hotel e Resort puoi trovare ottime occasioni come villette a schiera o addirittura indipendenti. Una spendida passeggiata collega il quartiere alla costa e i parcheggi non sono un problema. I prezzi? Dai 1.500 ai 2.500 euro al mq. A seconda dell’anno e della posizione dell’immobile.

Al contrario di quanto di pensa sono convinto che questa sarà la zona che nei prossimi 5 anni avrà il maggior rialzo di prezzo. Qui vengono tedeschi, norvegesi, Austriaci, Finlandesi…. tutte persone di una certa età, che amano la tranquillità e il clima non così caldo come al sud.

La stagione è bellissima 10 mesi all’anno. Giugno e Luglio puoi trovare un po’ nuvoloso, ma le temperature rimangono piacevolissime.

Come fare?

Il mercato immobiliare di Tenerife è una giungla. Tanti gli improvvisati che si fanno di nebbia appena concluso l’affare e cominciano i problemi. Per comprare o affittare con tranquillità abbiamo cercato per te dei referenti affidabili che possano darti la stessa professionalità a cui sei abituato con noi di Vitali immobiliare, e li abbiamo trovati!

Continua a seguirci e presto troverai qui sul nostro sito una selezione di immobili particolarmente interessanti sia al sud che al nord di Tenerife. Se intanto sei interessato a saperne di più non esitare a contattarmi.

 

Se hai trovato utile questa articolo, fammelo sapere commentando su:

Unknown images twitter-logo logo g+

clicca sul logo del social che preferisci. Tengo molto al tuo parere personale, grazie.

Articoli precedenti del nostro blog.

Paolo per fine post

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *